Puntata 3 – In bicicletta coi bambini

Ascolta “Puntata 3 – In bicicletta coi bambini” su Spreaker.

Affrontiamo con Laura Calbucci come si possa crescere tre figli con una Cargo Bike, una bicicletta speciale per trasporti eccezionali. Parlerenmo di trasporti a impatto zero e di quali accorgimenti adottare per renderla una pratica accessibile a tutti.

Per approfondire
Dynamo la Velostazione
Cargo Bike


Perché è particolare la sua bicicletta? che cosa ha di stravagante?

E’ una cargo bike, precisamente una Christiania bike, è una bicicletta a tre ruote con il cassone davanti tipo di biciclette che qui da noi non si vedono più perché( è un po’ come le bici che usavano una volta i Fornai per consegnare il pane). L’abbiamo importata dalla Danimarca e la usiamo invece che per portare il pane per portare i bambini e la spesa e tutto quello che ci serve ecco. L’ho trovata su internet Tre anni fa. All’epoca avevo ancora solo due bambini, Ho provato a caricarli entrambi sulla mia bicicletta normale uno davanti uno dietro ma dopo aver rischiato di cadere la prima volta ha detto che devo trovare un’altra soluzione. Subito Ci siamo interessati ai carrettini da attaccare dietro, i carrelli-appendice, però volendola utilizzare tutti i giorni magari anche nel traffico Non ci dava l’idea di un sistema troppo sicuro, non lo ritenevano proprio comodo da utilizzare nella pratica quotidiana. Cercando su internet Abbiamo appunto trovate l’esistenza di queste cargo bike non conoscevamo e non avevamo mai visto dal vivo, Abbiamo trovato questo negozio a Bologna che le importa le vende siamo andati lì e si è aperto un mondo

Che cosa hai scoperto?

Esistono diversi tipi, ci ha fatto vedere un po’ le varie tipologie è disponibile anche le abbiamo provate, ci sono quelle a due ruote E ci sono quelle a tre ruote e quindi insomma cioè è un mondo a parte. Noi alla fine ci siamo orientati su una bicicletta a tre ruote che diciamo al vantaggio che sta in piedi da sola, mi dava un po’più di sicurezza specialmente all’inizio. Devo dire che siamo veramente molto soddisfatti di questa scelta

Quindi com’è cambiata la tua giornata adesso?

Io lavoro part-time, la mattina ci alziamo in tempi biblici riusciamo ad essere pronti per uscire di casa, alcuni giorni un paio di bimbi li porta mio marito Altrimenti li carico tutti e tre sulla bicicletta e io li porto a scuola e poi Io proseguo fino fino in ufficio. Poi uguale al ritorno quando esco dall’ufficio ritorno a prendere da scuola e se serve andiamo anche non so a fare spesa, ho qualche commissione. Almeno la metà delle volte riusciamo a muoverci in bicicletta in tutti questi spostamenti. Ora con tre bambini lo spazio per la spesa sia un po’ ridotto , Quando i bimbi erano ancora solo due andavo proprio anche a fare la spesa grossa. Diciamo il cassone è molto capiente, la portata sono 100 kg

Quindi è molto è molto faticoso? avrai fatto un po’ di palestra per farti i polpacci per trascinare tre bambini in bicicletta?

No, la nostra nello specifico è una bicicletta meccanica meccanica con un buon cambio a 7 rapporti, perciò per le partenze o quando ci sono salite con la prima marcia Si si riesce andare molto bene. Chiaro che non è come andare in bicicletta da soli su una bici normale a due ruote, Però è una fatica e affronta abilissima. Ne esistono vari modelli a pedalata assistita, ma noi abbiamo scelto di evitare la batteria anche perché essendo una cosa del tutto nuova e che non avevamo abbiamo preferito stare su una cosa che avesse meno problemi di manutenzione 

Più o meno che distanza percorri al giorno?

Le scuole scuola di bambini distano circa un chilometro e mezza casa, abbastanza vicino al mio ufficio che è a 4 km e mezzo da qui quindi diciamo in una giornata normale in cui non facciamo niente di più facciamo una decina di chilometri . E’chiaro che capita spesso di dover fare una commissione più, però diciamo 10-15 km al giorno.

Come come ti sei organizzata con questa tua bicicletta per l’inverno?

C’è una capottina apposita che li ripara dalla pioggia dal vento quindi loro sono sono assolutamente a posto. Ci sono sopra sopra il cassone Tre Archi su cui ha punto si mette questa cappotto di plastica trasparente e quindi loro sono completamente chiusi, sembra un po’ un carro dei pionieri americani. 

All’inizio mi vergognavo un  po’ perchè in giro tutti si voltavano a guardare, ora forse è per meno. Visto che nel cassone il posto c’è tengo sempre un ombrello all’occorrenza se  se mi sorprende la pioggia quando sono in giro

Se tu dovessi definire Quali sono gli accessori da utilizzare per proteggersi dalla pioggia girando in bicicletta quali quali indicheresti?

Ma allora la cosa che ho trovato più comoda finora è il poncho, l’ho trovato al Decathlon, è realizzato bene perché riesci a coprire le braccia, si aggancia al manubrio e ha una cinturino in vita che evita lo svolazzamento dietro. Con quello io sono completamente coperta, non c’è più il problema delle cosce con i pantaloni bagnati.

La pioggia diventa la giustificazione a tutte le iniziative che non portiamo a termie. “Voglio andare a correre ma piove”, “Voglio girare in bicicletta  Ma piove”,  la pioggia sembra un po’ Il Passepartout, la scusa per quello che non riusciamo mai a fare nella vita invece realtà basta Poi attrezzarsi.

Eh sì c’è una frase del fondatore degli scout “non esiste buono o cattivo tempo ma buono o cattivo equipaggiamento”

Vogliamo dare anche una risposta una risposta a preoccupazioni, magari frivole,  che ci possono essere a volte portando i bambini d’inverno con quella tua bellissima bicicletta: Ma non si ammala

Forse piuttosto io perché magari mentre pedalo quindi sudo e allora dopo mi risulta più facile ma i bambini sono proprio riparati dalla cappottina e quindi anziché si crea lì dentro una sorta di microclima per cui il riscaldamento proprio non serve. Poi per l’estate c’è la cappotta parasole, per loro è proprio un viaggio a 5 stelle. Addrittura all’inizio quando l’abbiamo presa c’era un’ altra comodità: il nostro di mezzo che aveva 9 10 mesi ancora non camminava e quindi mi capitava magari dare al parco, l’altro scendeva e giocava, il piccolo lasciavo dentro il cassone  e così magari anche se fuori c’era fango così lui non si sporcava stava lì dentro

Per chi crede che utilizzare la bicicletta sia sia un valore aggiunto e poterlo fare senza rinunciare alla propria quotidianità, alla famiglia credo che sia molto importante.

Sicuramente sono sempre stata attenta. Se però devo dire il perché uso la bicicletta buona parte proprio per mera comodità personale perché ad esempio anche quando piove che tutti tendono a usare la macchina e anche solo accompagnando i bambini cercano di parcheggiare il più vicino possibile. Io con la bici tranquillamente passo davanti a tutti Sono davanti al cancello non perdo tempo, Non mi arrabbio…  c’è qualche cosa che è un po’ più scomoda però comunque c’è anche la contropartita. Molto questione di organizzazione. Poi anche io non è che uso solo la bicicletta, quando mi capita di dover fare molte commissioni urgenti Tutti nello stesso giorno molto distanti una dall’altra magari utilizzo la macchina perché altrimenti mi vorrebbe troppo tempo. Però devo dire che davvero ci sono tante volte in cui mi sono resa conto che è molto più comodo in bicicletta, più divertente per tanti versi,è più facile anche con i bambini. Vediamo una cosa che attira, ci fermiamo a bordo strada ovunque, cosa che con la macchina magari non puoi  fare, scendere e risalire un attimo. Loro hanno la cintura se la mettono e tolgono da soli mentre in macchina è molto più pericoloso. Invece con la bici riesci ad apprezzare di più questo sicuramente

Vediamo se riesco a non essere indelicata: tuo marito se ti supporta in questa decisione?

Sì sì assolutamente, quando usciamo tutti quanti e cinque insieme capita di fare a gara su chi usa la bicicletta. Io quella che va alla ricerca di queste cose nuove e poi la uso di più nel quotidiano. Però lui è quello che sempre a sostiene e ci mette la carica.

Ci sono diversi modelli che avete visto in questo in questo negozio di Bologna, ma come fascia di prezzo sai darci un’indicazione?

Più o meno ma direi vanno dai €1500 in su, la nostra è di una marca abbastanza buona,  abbiamo detto “facciamo un investimento” quindi lì la nostra è costata €1600 la bici base e poi tutto quello che ci metti e sono accessori. Alla fine siamo andati a spendere qualcosa più di €2000. Magari come investimento iniziale è anche importante però se consideri che poi noi la usiamo a tutti gli effetti al posto di una seconda auto famiglia, una volta fatto l’investimento iniziale poi di spese non ce ne sono più: non c’è bollo, non c’è benzina non c’è non c’è altro. Penso che sia un buon investimento. C’è un telino apposta che si chiude per cui anche quando non c’è la copertura antipioggia però si può tenere chiuso e quindi è effettivamente possibile uscire la mattina e prendersi su un cambio, il pranzo al sacco e quello che uno deve fare per poter fare più cose senza dover sempre tornare a casa

Per quanto riguarda l’ingombro, com’è la facilità di girare su strada oppure anche di parcheggiarla?

All’inizio diciamo sembra più ingombranti di quello che è in realtà ora non ricordo di preciso, mi sembra sui 70 cm. Comunque si passa dappertutto praticamente, sono proprio rare le occasioni in cui mi è toccato mettere la retromarcia perché magari non passavo Chiaramente è un po’ diverso da guidare rispetto a una bici normale quindi all’inizio mi sentivo un po’ strana. Una cosa che mi aveva colpito con la bici normale Tu Non ti accorgi se la strada è leggermente pendente di lato perché tu Comunque sei su due ruote e quindi tu stai dritto sulla tua verticale. Con quella bici a tre ruote se la strada è un po’inclinata anche tu anche la bici sta leggermente inclinata. All’inizio mi sembrava di ribaltarmi continuamente. Per parcheggiarla magari se la bici normale riesci a metterla di lato anche in un marciapiede stretto, con quella in alcuni punti devo cercare un attimo Qual è il posto  dove disturba di meno , però non ho mai avuto problemi

Fotografia e di pagina e di galleria di Laura Calbucci

Mostra i commenti

Unisciti alla discussione

Una risposta a “Puntata 3 – In bicicletta coi bambini”

  1. […] Nella Puntata nr 3 con Laura Calbucci, abbiamo visto la sua bicicletta con il carico anteriore in cui porta sia la spesa che i bambini. Come è fatta la tua bicicletta? […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *